logo Roma Tre
versione stampabile invia questa pagina  per email

Lo scultore Mario Ceroli Accademico di Roma Tre

Seguici su Facebook e Twitter

COMUNICATO STAMPA

UNIVERSITA’. LO SCULTORE MARIO CEROLI ACCADEMICO DI ROMA TRE

L’artista ha dedicato il titolo alla figlia Anna, scomparsa nel 1994, e ha ricordato con lei le studentesse Erasmus vittime dell’incidente in Catalogna

Roma, 31 marzo 2016. Lo scultore Mario Ceroli ha ricevuto stamattina, in una cerimonia togata, il titolo di “Accademico dell’Università degli Studi Roma Tre” in considerazione dei suoi alti meriti artistici e culturali.

L’Università degli Studi Roma Tre, nell’ambito della sua attività di promozione delle arti, conferisce per la prima volta tale riconoscimento riservato a personalità di maggiore spicco e prestigio in campo artistico nazionale e internazionale.

Nell’Aula Magna del Rettorato, gremita, è stato proiettato il video “Mario Ceroli. Una vita per l’arte” di Vito Zagarrio, direttore del Centro Produzione Audiovisivi dell’ateneo.  Quindi il rettore Mario Panizza ha conferito il titolo alla presenza, tra gli altri, del direttore generale, Pasquale Basilicata, dei prorettori, del curatore della “Collezione d’Arte Contemporanea” di Roma Tre, Otello Lottini, di Giancarlo Leone, testimonial dell’evento, e di Gianni Letta.

L’artista ha dedicato il riconoscimento alla figlia Anna, scomparsa a 22 anni nel 1994 a seguito di un incidente. «Anna è accomunata nella tragedia alle studentesse Erasmus vittime del recente incidente in Spagna», ha dichiarato Ceroli durante la cerimonia. «Esprimo la mia solidarietà alle famiglie, ai colleghi e agli amici delle giovani vittime».

Foto della cerimonia

Video “Mario Ceroli. Una vita per l’arte”

Nota del curatore

Brochure "Collezione d'Arte Contemporanea"

Foto dell'opera "Noi Europa: figlia del libro", 2006 297x350x200 cm (particolare)

_______________

Con la realizzazione della Collezione d’arte Contemporanea avviata nel 2014, l’Università degli Studi Roma Tre intende promuovere la diffusione e la conoscenza dell’arte contemporanea italiana (e dell’arte di stranieri, ma operanti, o che hanno operato, anche in Italia).

Essa è nata con l’acquisizione di opere d’arte singole o di collezioni totali o parziali, donate dai più importanti artisti contemporanei (o dagli eredi, dalle gallerie, da fondazioni e da altri organismi privati, ecc.), attraverso, appunto, la formula della donazione. Ad esse si intendono affiancare, in parallelo, anche le opere degli artisti delle ultime generazioni. 

Il progetto della Collezione mira a fornire una rappresentazione articolata dell’arte italiana attuale, nelle sue varie tendenze (figurative, astratte, virtuali).

L’obiettivo è quello di contribuire (con gli strumenti scientifici e culturali, propri dell’Università) alla promozione, in Italia e all’estero, degli artisti italiani, che costituiscono una delle aree più sensibili, innovative e creative del nostro Paese.

In questo senso, Roma Tre intende proporsi come luogo di incontro e di contatti tra artisti italiani e stranieri, portatori di culture ed esperienze diverse, nonché spazio di riflessione e di pratica artistica, mediante attività didattico-formative (anche online), in cui saranno impegnati gli artisti presenti nella Collezione, sia sul versante della sperimentazione e delle nuove tecnologie, sia su quello della pittura di tradizione.

Seguici su Facebook e Twitter